Notizie e comunicati

#News   lunedý 2 novembre 2020
Protocollo d'Intesa CONI-FederLab Italia

Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano e FederLab Italia (tra le principali associazioni di categoria del comparto dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatoriali privati accreditati con il Ssn) hanno sottoscritto, al Foro Italico, un protocollo d'intesa per l'effettuazione degli esami relativi alla diagnosi dell'infezione da Covid-19.

L'accordo, siglato dal presidente del CONI, Giovanni Malago' e dal presidente di FederLab Italia, Gennaro Lamberti, prevede la possibilita' - per l'intero movimento sportivo italiano - di usufruire delle strutture associate alla stessa FederLab (oltre 2mila, presenti su tutto il territorio nazionale), per eseguire test sierologici per la ricerca degli anticorpi di classe IgM e IgG contro il virus della Sars-Cov-2 e tamponi per la ricerca diretta del virus con tecniche di biologia molecolare.

Il tutto in aderenza con quanto previsto dai protocolli sanitari. A livello operativo, FederLab si organizzera' anche attraverso un call center dedicato, in base alle necessita' e a seconda dei laboratori piu' vicini, inviando personale specializzato direttamente nei centri sportivi o nelle sedi localmente individuate dagli sportivi, cosi' da poter eseguire lo screening direttamente 'a domicilio' e in tutta sicurezza, nel pieno rispetto delle normative regionali.

"Siamo felici di questo accordo, che ci permette di mettere a disposizione del movimento sportivo la professionalita' e la credibilita' di FederLab per gestire - in modo celere ed efficace - i controlli legati alla diffusione del virus", ha sottolineato il presidente Giovanni Malago'.

"FederLab diventa sempre piu' sentinella del contagio: si rafforza cosi' il ruolo svolto dalla nostra associazione in ambito sanitario e nel mondo delle strutture ambulatoriali italiane", spiega poi Pietro Napolitano, vicepresidente dell'associazione dei laboratoristi. "Grazie all'impegno dei nostri associati ed in attesa che stadi e palazzetti tornino a popolarsi, la nostra associazione e' pronta a raddoppiare i propri sforzi per garantire un'opera di monitoraggio sempre piu' costante affinche' le attivita' sportive possano svolgersi nella piu' totale sicurezza", conclude Lamberti.