Notizie e comunicati

#Comunicati   domenica 12 marzo 2023
Rhinos, Dolphins e Ducks a Segno nella Week 2 di IFL

Ph. credits: @Giulio Busi
In archivio la seconda giornata del Campionato Italiano di Prima Divisione, la IFL, e tre partite giocate e chiuse con ampio margine in due casi su tre.

Cos stato a Bolzano, dove i Mastini Verona hanno esordito contro i Rhinos Milano. Chi si attendeva una partita equilibrata, dopo i risultati della passata stagione, ha per dovuto ricredersi perch i Rhinos hanno dominato in lungo e in largo, andando a segno subito nel primo drive offensivo sullasse della nuova coppia di americani a roster: un TD pass di Joey Baughman su Trey Brock e, fallito il calcio di trasformazione, i meneghini si portano sul 6 a 0. Lattacco dei Mastini si affida per lo pi al running game, con Manuel Savoia a guidare i giochi in alternanza a Giovanni La Rocca. Ma la difesa dei Rhinos concede poco o niente e, nel secondo quarto, ancora Milano a mettere punti sul tabellone, segnando per ben tre volte: prima su ricezione con Bruno Escobar, poi con una safety dopo un errore dellattacco dei Mastini sullo snap del pallone e per finire con Simone Boni con un bellissimo kick off return direttamente in endzone. In vantaggio per 23 a 0 allhalf time, nella ripresa i Rhinos concedono un po pi di spazi agli scaligeri, riescono a segnare ancora sullasse Baughman-Brock ma sono le difese a dominare il gioco e il terzo quarto si aggiunge senza ulteriori sussulti. Nellultima frazione di gioco, Ines Raven a dare il cambio a Baughman in cabina di regia per Milano, mentre i Mastini trovano finalmente la endzone con un passaggio di Louis Colosimo per Pietro Vacchini, che toglie lo 0 dal tabellone. La partita termina 30 a 6 per i Rhinos e la sensazione che per i Mastini il lavoro da fare sia ancora molto.

Gap ampio anche tra Dolphins Ancona e Frogs Legnano, ma qui il punteggio (40 a 6 per Ancona) non racconta perfettamente landamento dellincontro, rimasto tutto sommato in equilibrio per quasi tre quarti di partita. Chi si aspettava una sonora ripassata delle giovanissime rane nero-argento da parte dei ben pi esperti Dolphins, ha sgranato gli occhi per tutto il primo quarto di gioco, perch i lombardi hanno egregiamente tenuto testa agli avversari, rispondendo al primo TD di Ancona, messo a segno da Colin Di Galbo dopo il bellintercetto di Kristian Giardinieri ai danni dellex Vienna Vikings Eystin Salum, QB dei Frogs, con un Big Play che fa sobbalzare il pubblico del Vigorelli: il lancio di Salum viene prima deviato da un difensore di Ancona e poi ricevuto in endzone da Melvil Bessin, il secondo import nero-argento. Entrambi i calci di trasformazione non vanno a buon fine e le squadre si ritrovano dopo pochi minuti sul 6 a 6. Pi che buona la prestazione di entrambe le difese in questo inizio di partita, e il match si dimostra molto pi combattuto del previsto. Il primo quarto si chiude con il vantaggio dei Dolphins, ancora grazie ad unazione personale di Di Galbo, apparso gi in gran forma, e il calcio di trasformazione ad opera di Matteo Mercuri. Tanta fatica nel secondo quarto e difese che riescono a leggere bene i giochi offensivi e a capitalizzare gli errori degli avversari. I Dolphins riescono ad arrotondare il vantaggio con una ricezione di Vincent Winey in endzone e le squadre vanno al riposo sul 20 a 6 ma con la sensazione che la partita resti aperta.
Nella ripresa, con i Dolphins in attacco, i Frogs costringono gli avversari ad un Three and Out ma non riescono a produrre un gioco efficace in attacco, costretti anchessi rapidamente al punt. I Dolphins sembrano ormai essersi definitivamente scrollati la ruggine di dosso, controllano bene il campo e varcano nuovamente la endzone con il loro nuovo import, Vincent Winey, schierato sia in attacco che in difesa, a sopperire allassenza di Zac Quattrone, cui gli anconetani dovranno purtroppo probabilmente rinunciare per tutta la stagione, causa infortunio. Lultimo quarto pura accademia, Elia Giuliodoro corre in endzone per il 32 a 6 e la partita si chiude con il pick six di Karim Giardinieri, che dunque chiude cos come ha aperto, ma questa volta con una corsa da 84 yard direttamente in TD: 40 a 6 e la conferma che i Dolphins saranno anche questanno una delle sicure protagoniste di questa IFL. Da segnalare, tuttavia, lemozionante rientro dei Frogs sul palcoscenico che conta, con tanto di ingresso al ritmo della Cavalcata delle Vakirie, che gli appassionati del football italiano ben ricordano.

E lultima partita del weekend, quella tra gli Stainless Steel Warriors e i Ducks Lazio, a regalare le maggiori emozioni. Sulle rispettive sideline c tanto azzurro, con Davide Giuliano, Giorgio Gerbaldi e Sergio Scoppetta a dirigere i giochi dopo aver a lungo condiviso la panchina del Blue Team. E la neo-formazione emiliana, nata dalla collaborazione tra i Warriors Bologna e i Vipers Modena, a partire a razzo, con due TD segnati a breve distanza uno dallaltro e a pochi minuti dal fischio dinizio della partita: Derek Green, QB americano e figlio darte (il padre, Trent Green, ha militato a lungo in NFL, vincendo un Super Bowl nel 1999 con i LA Rams) manda in endzone al primo drive Marian Cebotaru, Matteo Dazzani trasforma e i padroni di casa passano in vantaggio: 7-0. Sul ritorno di kick off, i Ducks perdono palla, subito riconquistata dagli emiliani che impiegano poco per tornare nuovamente in endzone, con un altro bel passaggio di Green per Mattia Capogrosso. Louis Amparo trasforma e in un attimo gli Stainless Steel Warriors si ritrovano sul 14 a 0. Sembra davvero tutto troppo facilema i Ducks, che schierano in campo una formazione giovanissima con tanti dei protagonisti dellultima finale di Coppa Italia a roster, non si perdono danimo e nel secondo quarto accorciano le distanze con il QB americano, ex Rutgers University, Austin Albericci, certamente oggi il migliore in campo. Le difese salgono in cattedra, abbondano errori e falli da entrambe le parti e si va al riposo sul punteggio di 14 a 6 e senza ulteriori sussulti. Il terzo quarto un trionfo per la squadra ospite: i laziali vanno a segno per due volte consecutive, con un TD pass da 99 yard di Albericci per laltro import, Ryan Curtiss e poi con una corsa di Simone Cappabianca, a cui si aggiunge una funambolica conversione da due punti ad opera dello stesso Albericci. Ducks avanti 20 a 14 e difesa che alza un muro. Gli SSW Emilia, per, non mollano, si riportano sotto nellultimo quarto grazie ad un TD pass di Green per Emanuele Ghirotti e al calcio di trasformazione di Dazzani. E il terzo intercetto di giornata, per a rovinare definitivamente la festa del giovane QB americano, che subir anche 2 sack prima del fischio finale. I Ducks capitalizzano nuovamente il regalo della propria difesa, Albericci spedisce Curtiss di nuovo in endzone, poi converte personalmente da due punti e i Ducks chiudono le pratiche a meno di un minuto dal fischio finale con un field goal ben calciato da Jacopo Impallomeni per il 31 a 21 che completa la rimonta e regala la prima W stagionale a Roma.

Risultati ufficiali:

IFL Week 2
Mastini Verona vs Rhinos Milano 6-30
Frogs Legnano vs Dolphins Ancona 6-40
Stainless Steel Warriors Emilia vs Ducks Lazio 21-31

Per informazioni, calendario completo e approfondimenti:


Ph. Credits: Giulio Busi