Notizie e comunicati

#Comunicati   domenica 11 febbraio 2024
Il Seven Bowl ai Red Jackets Sarzana!

Ph. credits: @Giulio Busi
Nella domenica che porter al Super Bowl della NFL, il football italiano ha regalato agli appassionati un ottimo antipasto, offrendo la finalissima della Seven Football League (7FL), la prima edizione del Campionato Italiano a 7 giocatori che questanno ha visto scendere in campo 8 squadre, suddivise nelle due classiche Conference, Nord e Sud.

Ad affrontarsi oggi, al Guelfi Sport Center di Firenze, i vincitori della Conference Nord, i Red Jackets Sarzana, e quelli della Conference Sud, i Navy Seals Bari. Cammino senza macchie per i liguri, che si sono presentati a Firenze da favoriti e con a roster la gradita sorpresa di Don Stefano Pappalardo, Cappellano della Fidaf che dopo tre anni tornato a vestire casco e paraspalle nel ruolo di Defensive End. Per i pugliesi, stagione regolare equilibrata, con due vittorie e altrettante sconfitte, poi la bella vittoria in semifinale contro gli Spiders Salento e un futuro tutto da scrivere, a cominciare proprio da questa partita, che chiude ufficialmente tutti i campionati 2023 e segue anche il primo raduno della Squadra Nazionale  Senior, guidato dallHead Coach azzurro Brian Michitti. 

La partita comincia con i Navy Seals in attacco ma sono i Red Jackets ad andare a segno per primi, dopo 15 minuti di schermaglie difensive e un intercetto che semplifica le cose alloffense ligure, in touchdown con una Qb sneak di Radu Johan Buchi e il calcio di trasformazione di Davide Gregorini: 7-0.
I Navy Seals provano a reagire subito con un lunghissimo drive offensivo che, per, ancora una volta termina con un intercetto e, dunque, con il secondo regalo di giornata ai Red Jackets, quando termina il primo quarto di gioco. Questa volta la difesa dei Navy Seals fa per un ottimo lavoro e il drive dei liguri termina con un turnover on down e alla prima azione offensiva i baresi firmano il primo big play della loro giornata, con una gran corsa di Luciano Giuliani direttamente in touchdown. Il calcio di trasformazione di Michele Fumarola porta le squadre in parit: 7-7.
Il secondo big play dei Navy Seals opera di Antonio Sciacqua, il difensore che con un gran colpo fa perdere palla al quarterback: fumble ricoperto dai pugliesi sulle 32 yard dei Red Jackets e attacco di nuovo in campo! Questa volta, per, i Navy Seals non riescono a convertire questa opportunit in punti, bloccati ottimamente dalla difesa avversaria e costretti a restituire la palla.
La formazione ligure si riporta in vantaggio a pochi minuti dallhalf time con un bel lancio di Buchi su Matteo Ghelfi e poi con lextra point di Gregorini: 14-7.
Prontissima la risposta dei Navy Seals, che con un TD pass di Michele Marvulli su Vittorio Pio Bruno ristabilisce gli equilibri. Fumarola non sbaglia tra i pali e il match torna in perfetta parit: 14-14 e punteggio che non cambier pi, con le squadre al riposo di met incontro.

La partita riprende con i Red Jackets in attacco e subito a segno con una corsa personale del quarterback, Radu Johan Buchi. Nessun problema per Davide Gregorini, che arrotonda il punteggio con un altro perfetto calcio tra i pali: 21-14. La terza frazione di gioco , per il resto, dominata dalle difese e le squadre entrano nellultimo quarto senza ulteriori sussulti.
La quarta segnatura dei liguri arriva grazie ad una vera e propria magia di Buchi che, praticamente placcato, si inventa un lancio su Nicola Boschi, guardia destra del team bianco rosso, che riceve in endzone per il 27 a 14. Gregorini trasforma e il gap aumenta. 
Il Ref d lavviso dei due minuti con i Red Jackets ancora in attacco e, quando tutti si aspettano un gioco improntato sulle corse, per mangiare il tempo e non correre alcun rischio, ecco che Buchi spara una bomba per le mani di Ghelfi, che corre intoccato nuovamente in endzone! Extra point a segno: 35-14. Questo il punteggio che chiude la partita e incorona i Red Jackets Campioni di questa prima edizione della Seven Football League.

MVP della partita: Radu Johan Buchi, QB dei Red Jackets Sarzana

Ph. credits: @Giulio Busi